Nei dintorni della Bianchina

 

San Vito in Monte molti anni fa era una stazione termale. Ancora oggi è possibile visitare e bere acqua ferruginosa dalla fonte.

 

Nel cuore del parco di villa Faina si può vedere il palazzo municipale del comune capoluogo, San Venanzo, recentemente restaurato. E’ anche possibile visitare il museo vulcanologico, dove è possibile apprendere tutto ciò che riguarda gli antichi vulcani della zona. Si potrebbe anche considerare una passeggiata lungo il sentiero che costeggia il cratere del vulcano. Un po’ fuori San Venanzo c’è una piccola piscina comunale accogliente con acqua dolce proveniente dalla montagna.

I carnivori apprezzeranno sicuramente le creazioni del macellaio gourmet del paese David: capocolli, prosciutti, salsicce e lo specialissimo lardo aromatizzato: la sella di San Venanzo, che non ha nulla da invidiare a quello di Colonnata.

 

A Collelungo, un piccolo paese vicino a noi, stanno restaurando una cantina vinicola molto speciale, che si estende addirittura sotto le case del paese!

 

A Marsciano, dove si può arrivare in mezz’ora di automobile, c’è un mercato ogni lunedì mattina. Qui si possono comprare le specialità casearie della zona.

 

Ogni borgo, villaggio e città del’Umbria ha le proprie peculiarità e le proprie ricchezze. La cosa migliore per scoprirli è una bella visita a piedi. A volte, improvvisamente, ci si ritroverà in un bagno di folla, a una delle tante feste di paese o processioni religiose che in Umbria puntualmente finiscono con una merenda e un bicchiere di vino.

 

Qui la vita scorre lenta. Non c’è mai bisogno di prendere l’autostrada. Si può arrivare ovunque con piccole strade nell’interno, in macchina e in moto. Tra Orvieto e Marsciano si trova la strada delle mille curve, famosa tra i motociclisti italiani per le sue curve ondeggianti

 

Ma è bello anche andare in bicicletta. Per la mountain bike ci sono percorsi speciali.

 

La Scarzuola è a circa 20 minuti di auto da noi. Si tratta di un monastero, fondato nel 1218 da Francesco d’Assisi. Negli anni Cinquanta è stato acquistato da Tomaso Buzzi, un architetto italiano che ha creato la sua città dei sogni. Oltre a tour organizzati (circa due ore), ci sono regolari spettacoli all’aperto. Questo luogo si presta perfettamente per gli spettacoli musicali e teatrali!

 

Monte Castello di Vibio, un paesino splendidamente restaurato, vanta il teatro più piccolo del mondo, il Teatro la Concordia, dove, con un po’ di fortuna, si può assistere a qualche spettacolo.

 

E poi ci sono le grandi attrazioni turistiche per cui l’Umbria è famosa: il duomo di Orvieto, gallerie e la fontana di Perugia, la Chiesa di San Francesco d’Assisi distrutta dal terremoto del 1997 e poi ricostruita così com’era.

 

Ti piace la musica? Allora l’Umbria ha molto da offrire. Intorno a noi c’è il festival Musica per i Borghi, che è organizzato ogni estate dalla pro loco. Inoltre c’è il Lago Trasimeno Blues Festival, il famoso Perugia Jazz Festival e l’Orvieto Winter Jazz Festival.

 

Se la tua passione è mangiare bene, sappi che le specialità della zona sono il tartufo nero, il cinghiale, la pasta fatta in casa e la torta al testo.